CONTATORE

Sommario

l'MTC

l'MTC
dal 10 al 25 del mese

The Recipe-tionist

The Recipe-tionist
Dal 15 al 31

I NOSTRI VIDEO ....

PER VEDERE I NOSTRI VIDEO (TROPPO DIVERTENTI!) ANDATE IN ALTO ALLA DESTRA DELLA SCRITTA HOME PAGE

Lettori fissi

Magali

Magali
domenica 24 giugno 2012
Eccoci qui, scusate se ultimamente, siamo un po' latitanti, ma a nostra giustificazione diciamo che siamo anche, a nostra giustificazione, che siamo state indaffarate.
Abbiamo avuto ospite, con molto piacere, la nostra amica Tomoko (qualcuno di voi forse la conosce già) direttamente da Tokyo. E' sempre una presenza squisita e discreta.
Averla da noi è come fare un viaggio, curiosare in un mondo sconosciuto e piano piano scoprirlo.
Sono stata veramente bene in sua compagnia, come se l'avessi lasciata l'altro ieri, come se abitasse proprio dietro l'angolo. Purtroppo non è così, ma sono contenta che abbia trascorso questi giorni da noi, mio marito ha fatto un po' da guida durante il giorno, perchè, purtroppo, ero impegnata, ma quando stava a casa abbiamo parlato di libri, film, cucina, le ho fatto tante domande ed il tempo è letteralmente volato. Il momento dell'addio è stato commovente con la speranza che sia solo un arrivederci a presto.



Anche con questa ricetta partecipiamo con piacere al contest della cara  Vale
ci siamo divertite moltissimo in questo contest sia con questa ricetta che con quella precedente e Vale ha avuto proprio una bella idea  a farci cimentare con qualche nostra creazione personale 


Ho voluto fare la pasta per questa torta con lo yogurt al posto del burro, se devo essere obiettiva il risultato tenendo presente le molte calorie in meno è positivo, senza nascondere, però, che con il burro rimane più morbida.






Torta salata light
Ingredienti:
Per la pasta:
200 g di farina
115 g di yogurt bianco bio
70 g acqua fredda
un pizzico di sale

Per il ripieno:
1 cipolla fresca
3 zucchine
250 g di ricotta
2 cucchiai di parmigiano grattugiato fresco (se la volete proprio extra-light eliminatelo!)
2 uova
uno spicchio di aglio
olio di oliva
basilico e menta freschi
sale


Preparazione:
preparate la pasta mettendo nel robot la farina, lo yogur e il pizzico di sale, aggiungete l'acqua fredda ed avviate finchè non si forma una palla. Toglietela dal mixer, avvolgetela nella pellicola e mettetela in frigorifero per 30 minuti circa.
Stendetela in una tortiera foderata con carta forno, mettetevi sopra dei legumi secchi e fate cuocere a 180° per circa 10 minuti. Togliete dal forno, togliete i legumi e fate raffreddare.
Nel frattempo pulite, lavate e affettate le zucchine con la mandolina, fatele cuocere per circa 5 minuti in una padella con dell'olio e uno spicchio di aglio intero, regolate di sale.
In una terrina lavorate la ricotta con un pizzico di sale, aggiungete le uova sbattute e il parmigiano amalgamate bene, aggiungete il basilico e la menta tritati e mescolate.
Nel fondo di pasta disponete le zucchine e sopra il composto di ricotta e uova.
Infornate a 180° e fate cuocere per circa 20 minuti.
E come dice Magali "leccatevi i baffi!"
sabato 23 giugno 2012
Stasera siamo andati a vedere questo film, uscito proprio oggi, io sono stata spinta principalmente dalla speranza di vedere scorci di Parigi e poi ero curiosa di vedere Jean Reno, vestire i panni di un grande chef. E' una commedia divertente che per un attimo ci ha allontanato dalla routine, dagli affanni, se, anche voi, desiderate trascorrere due ore all'insegna dell'educata ilarità, andate a vedere questo film e, vi assicuro, uscirete con uno spirito più leggero. 


Con questa ricetta partecipiamo con piacere al contest della cara  Vale


L'idea ci è venuta quando abbiamo preparato la ricetta di A.D. , noi abbiamo voluto creare questi sfizi quasi da "monoboccone" con una farcia di "casa nostra". Ecco nella foto vedete com'è lo sfizio prima e dopo essere farcito.


Sfizio estivo
Ingredienti per 8 persone:
24 pomodori secchi sott’olio
2 mozzarelle fior di latte
un rotolo di pasta sfoglia light
1 tuorlo d’uovo

salsina al basilico:
basilico
pinoli
2 cucchiai di parmigiano grattugiato fresco
olio extravergine d’oliva
sale

Preparazione: 
lavate le foglie di basilico, asciugatele, tritatele con i pinoli, aggiungete il parmigiano, l’olio fino a formare una crema e regolate di sale. 
Scolate i pomodori dall’olio e metteteli su carta da cucina per far assorbire un po’ di olio. Scolate le mozzarelle, asciugatele e affettatele. 
Stendete il rotolo di pasta sfoglia e con un coppapasta tagliate dei quadrati, (lato 5 cm circa), pennellateli con il tuorlo d’uovo sbattuto, infornate in forno preriscaldato a 220° e fate cuocere 10 minuti circa. Sono pronti quando li vedrete gonfi e dorati. Toglieteli dal forno lasciateli raffreddare, prima di servire tagliateli in metà, disponete una fetta di mozzarella, spolverizzate di sale, il pomodoro sott’olio, un cucchiaino di pesto ed ultimate con la parte superiore del quadrato. Io ho servito 3 “sfizi” a testa. 
E come dice Magali “leccatevi i baffi!”
lunedì 18 giugno 2012
Scusate l'assenza, ma in questi giorni siamo state un po' "prese", praticamente la routine ci ha bloccato, come prigioniere di una spirale, mentre il tempo scorreva inesorabile ...
Ma siamo riuscite a darci una scrollata ed eccoci qui  puntuali con la tenzone dell'MTC, che è diventato un piacevolissimo appuntamento

Per questo mese, voilà le scaloppine, abbiamo seguito la ricetta di  Elisa e vi proponiamo la nostra versione, dico nostra, perchè l'idea è ovviamente di Magali, visto che io sono vegetariana,  sono stata solo il braccio. Per quanto riguarda il brodo ho utilizzato quello di carne, per fortuna avevo preparato il vitello tonnato e quindi ho colto la palla al balzo.
 

Yellow harts
Ingredienti per due persone
4 fette di rotondino di coscia di vitello 50 g l'una
burro q.b. (l'ideale sarebbe il burro chiarificato, ma non è necessario)
3-4 cucchiai di farina
1 limone non trattato (1 cucchiaio di succo e la scorza)
1 patata grande
2 fette spesse circa 3 mm di ananas
2 cucchiaini di curcuma
vino bianco muller thurgau
sale q.b.
pepe nero q.b.
1 dl di brodo di carne

Preparazione:
pelate e lavate la patata e affettatele con una mandolina che non tagli troppo sottile, tagliatele a forma di cuore,  fatele cuocere per qualche minuto in acqua abbondante salata con un cucchiaino di curcuma, scolate e tenetele da parte.
Battere le fette di vitello (se non lo ha già fatto il macellaio).
Mescolate la farina con un cucchiaino di curcuma  e, con questo composto, infarinate la carne; in una padella (possibilmente non anti-aderente) far scaldare un pezzo di burro e rosolare le scaloppine a fuoco vivace da entrambi i lati. Salate solo dopo la rosolatura, perché il sale tende a disidratare la carne e si rischia di ottenere fettine asciutte e dure: se si attende invece che i pori della carne siano ben sigillati grazie al calore, i succhi rimarrano in gran parte all'interno (o meglio, verranno rilasciati solo quelli necessari a creare il fondo di cottura). Insaporite le scaloppine con un pizzico di pepe, tagliatele a forma di cuore e sistemarle su un piatto da tenere da parte. 
Tagliate le forme di ananas a forma di cuore.
A questo punto dedicarsi alla salsa: deglassare il fondo di cottura con un cucchiaio di  succo di limone e del vino bianco, lasciare evaporare leggermente e unire il fondo di cucina (in questo caso brodo di carne); far bollire per qualche minuto, in modo da restringere la salsa, dopodiché aggiungere una noce di burro e ruotare la padella per emulsionare. Filtrare la salsa con un colino, aggiungere la buccia grattugiata di limone e versarla sulle scaloppine, che avremo rimesso in padella a insaporire insieme al contorno. Eventualmente si può tenere un po' di salsa da parte per poi versarla direttamente nel piatto al momento di servire. Accompagnate la carne alternando un cuore di patata con uno di ananas.
E come dice Magali "leccatevi i baffi!"
domenica 3 giugno 2012
Appena sveglia, Magali ed io ci siamo incontrate nel bagno, come consuetudine, lei mi viene sempre incontro appena mi alzo … sto trascorrendo un periodo pesante e stamattina sono particolarmente “fuori fase”, forse capita ogni tanto anche a voi, come se la notte fosse trascorsa senza aver portato alcun beneficio, praticamente ho le batterie scariche. La pelosotta ed io ci scambiamo uno sguardo d’intesa e questa volta mi stupisce, prima che io possa proferire parola mi dice: “Ogni tanto bisogna fare come gli struzzi!”. Ebbene vado a far colazione ed intanto ripenso a quanto mi ha appena esternato. Di questi tempi non abbiamo che l’imbarazzo della scelta tra problemi quotidiani, tutto quello che accade intorno a noi, ovunque solo tristezza ebbene oggi voglio seguire il consiglio di Magali e chiudere gli occhi ed aprirli solo su belle e felici cose … perché, in fondo, metter la testa sotto la sabbia ogni tanto fa bene, sono conscia che questo non sia risolutivo, ma anche solo per qualche attimo è indispensabile volgere il pensiero e lo sguardo verso qualcosa che faccia bene al cuore. 


Con questa ricetta partecipo al contest di Stefania 



Gelato alle rose
Ingredienti:
150 g di petali di rose
50 cl di latte
100 g di panna
3 tuorli
40 g di zucchero
2 cucchiai di acqua di rose

caramello colorato di rosso per guarnire

Preparazione:
fate bollire il latte e l panna. Mettetevi i petali di rose e lasciate in infusione per 15 minuti. Filtrate pressando bene i petali. Aggiungete l'acqua di rose. Sbattete i tuorli con lo zucchero ed aggiungeteli al latte di rose. Fate cuocere finchè non prende consistenza. Mettete nella gelatiera, se come me, non ce l'avete, mettetela nel freezer e mescolate ogni tanto con una frusta.
Decorate con caramello colorato di rosso e servite.
E come dice Magali "leccatevi i baffi"

ELENCO RICETTE

ELENCO RICETTE
clicca sul micio!

Cerca nel blog

Archivio blog

Ci siamo anche noi!

Tutti Uniti!

Tutti Uniti!

Siamo

Siamo