CONTATORE

Sommario

l'MTC

l'MTC
dal 10 al 25 del mese

The Recipe-tionist

The Recipe-tionist
Dal 15 al 31

I NOSTRI VIDEO ....

PER VEDERE I NOSTRI VIDEO (TROPPO DIVERTENTI!) ANDATE IN ALTO ALLA DESTRA DELLA SCRITTA HOME PAGE

Lettori fissi

Magali

Magali
giovedì 18 luglio 2013
Non potendo resistere alla curiosità ho continuato leggendo il seguito del libro di cui vi ho parlato nel post precedente
In “Semiotica, pub e altri piaceri” le vicende degli inquilini del 44 Scotland Street, continuano e si conclude con l’uscita di scena di alcuni di essi: Bruce, coinquilino di Pat, cambia lavoro e si trasferisce a Londra, finalmente Stuart il padre del piccolo talentuoso Bertie, finalmente dopo un corso di autostima, riesce a far  valere, nei confronti della moglie, i propri diritti e quelli del figlio, Domenica continua ad esprimere in modo schietto la propria opinione, e bellissime sono le conversazioni inframmezzate da poesie, che intercorrono tra lei ed Angus, il pittore che si accompagna al cane con il dente d'oro. Pat inizia a frequentare l’università, pur mantenendo il lavoro alla galleria d’arte, ma è costretta a cambiar casa. Anche qui Alexander McCall Smith, con i suoi personaggi, non fa altro che esprimere attraverso le loro vittorie, i loro insuccessi, le loro delusioni, lo scorrere della vita, della loro vita che, in fondo, è anche la nostra.

Impossibile a non affezionarsi a tutti loro e quindi impossibile non proseguire nella lettura dell'ultimo libro, credo che ce ne siano altri, ma, purtroppo, per me solo in inglese, “Lettere d'amore alla Scozia”
Domenica, l’antropologa, parte per lo stretto di Malacca per andare a studiare il comportamento dei pirati e ad occupare il suo appartamento arriva la sua amica Antonia, avvolta da un misterioso fascino. Angus è sempre accompagnato da Cyril, nonostante una brutta avventura, però felicemente conclusa, Matthew datore di lavoro di Pat sempre innamorato di lei, questa volta riuscirà nel suo intento? A queste si intrecciano le vite di una suora, un gruppo di studenti musicisti in viaggio a Parigi, la seconda gravidanza della conservatrice e tirannica madre di Bertie, ed il tutto si svolge sullo sfondo di Edimburgo e alla scoperta dei suoi segreti.
La sesta e ultima sfida della tenzone della Ponti
è “Stasera ceno da solo e mi faccio vedere io” ed eccomi: bando alla trascuratezza, una volta tanto mi coccolo anche nell’aspetto, perché solitamente per se stessi si tende ad essere meno esigenti ed invece questa volta Magali ed io abbiamo ribaltato la situazione!
Questa volta gli ingredienti obbligatori sono: la melanzana, un formaggio morbido, un frutto e due ingredienti Ponti a scelta. Noi abbiamo aggiunto poco di più ed ecco cos’abbiamo inventato.

Solo per me
Ingredienti per una persona:
mezza melanzana
2 cucchiai di formaggio cremoso
½ cucchiaino di curcuma
3 albicocche
1 cucchiaino di tapioca
sale
1 cucchiaio di aceto balsamico di modena ponti
glassa gastronomica ponti
olio di oliva

Preparazione:
togliete la pelle alla melanzana e affettatela sottilmente (io ho usato una mandolina non troppo fine), in una padella antiaderente con dell’olio di oliva fate friggere rapidamente le fettine di melanzana.
Sbucciate le albicocche, frullatele e mettetele in un pentolino sul fuoco basso con l’aceto balsamico e un cucchiaino di tapioca. Fate cuocere qualche minuto e togliete dal fuoco.
In una scodella amalgamate il formaggio, la curcuma, il sale, aggiungete due cucchiai di albicocche e amalgamate.
Tagliate le fette di melanzana con un coppa pasta.
Sempre con l’aiuto di un coppa pasta alternate le fettine di melanzane al formaggio e terminate solo con l’avanzo delle albicocche. Togliete il coppa pasta e decorate con la glassa.
E come dice Magali “leccatevi i baffi!”

3 commenti:

elenuccia ha detto...

Il cane con il dente d'oro mi ha conquistato....uno che si inventa una cosa del genere e' un genio. Sta saga si deve proprio leggere :)
Sai che questo tortino e' proprio invitante? ha l'aria di essere molto fresco e poi si presenta da dio. Non avrei mai pensato alle albicocche per la crema di formaggio.

sississima ha detto...

grazie per le recensioni, io, in realtà, leggo solo libri di cucina...chissà perchè...ottimo il tuo tortino, un abbraccio SILVIA

Ilaria ha detto...

Helga hai fatto bene a coccolarti ogni tanto ci vuole ......questo tortino all'apparenza sembra dolce, tipo tiramisu ed invece è agrodolce?!
Mi fa molta gola!
Come sta Magali? dagli un grattino da parte mia!
Un bacione a te
Ila

Posta un commento

Dite la vostra!

ELENCO RICETTE

ELENCO RICETTE
clicca sul micio!

Cerca nel blog

Archivio blog

Ci siamo anche noi!

Tutti Uniti!

Tutti Uniti!

Siamo

Siamo