CONTATORE

Sommario

l'MTC

l'MTC
dal 10 al 25 del mese

The Recipe-tionist

The Recipe-tionist
Dal 15 al 31

I NOSTRI VIDEO ....

PER VEDERE I NOSTRI VIDEO (TROPPO DIVERTENTI!) ANDATE IN ALTO ALLA DESTRA DELLA SCRITTA HOME PAGE

Lettori fissi

Magali

Magali
sabato 13 settembre 2014
Eccoci qui nuovamente impegnate con moltissimo piacere nell'MTC
Questo mese non abbiamo una ricetta precisa da replicare, ma un argomento "a largo spettro" limitato, solo, dal metodo di cottura, per il resto abbiamo potuto esprimerci nel modo più "nostro". La scelta di questo argomento è toccata alla preparatissima Annalena a cui espriamo tutta la nostra ammirazione, perchè Magali ed io siamo pasticcione, impazienti. Come vedete dal banner, lei ha scelto il riso, vi consiglio di andare a leggere il suo post veramente preciso e scritto con competenza.
Abbiamo voluto preparare questa ricetta, in rete ce ne sono infinite versioni, a modo nostro, sulla scia dell'estate, dei luoghi splendidi che ci ospitano ormai da tantissimi anni, dove ogni estate ritroviamo paesaggi unici, incontaminati, selvaggi e dove io ho trovato la pelosotta. La Camargue con il suo parco naturale che arriva fino al bordo del Mediterraneo, comprendendo il delta del Rodano, un posto magico dove il cielo è sempre intensamente ble e il sole splende quotidianamente, un piccolo paradiso, dove, lontane dal mondo, riusciamo a sentirci libere rimanendo ogni volta stupite ed incantate davanti a questo spettacolo della natura, un luogo semplice in cui si fondono colori e sapori forti, dove noi ci sentiamo profondamente a nostro agio.
 

L'idea di questa ricetta è stata di Magali, perchè in fondo la Camargue è la sua terra (per chi non avesse ancora letto la sua storia ed è curioso può cliccare qui), ingrediente essenziale il riso rosso detto anche selvatico o selvaggio tipico di questa zona. Per la cottura del riso abbiamo seguito le esaustive indicazioni di Annalena inerenti la cottura per assorbimento ed ecco qui la nostra versione della salade camarguaise.

Insalata selvaggia
Ingredienti per 4 persone:
150 g di riso rosso
300 g di gamberetti
3 calamari freschi
1 gamba di sedano
sale
Olio extra vergine d’oliva
Il succo di un limone

Per la maionese aromatizzata:
un tuorlo d’uovo
olio di oliva quanto basta
succo di limone
1 spicchio d’aglio

Preparazione:
fate cuocere il riso seguendo le indicazioni di Annalena per quanto riguarda la cottura per assorbimento.
Intanto pulite i calameri e fateli cuocere in acqua bollente per circa 5 minuti.
Fateli raffreddare e tagliateli.
Togliete la testa ai gamberetti, fateli cuocere in acqua bollente salata per due minuti. Fateli raffreddare e terminate di pulirli.
Fate cuocere in forno il peperone, mettetelo poi in un sacchetto di carta e poi di nylon, fate raffreddare, togliete la pelle e tagliate a tocchetti.
Pulite la gamba di sedano per toglierle i fili e tagliate a tocchetti.
In un’insalatiera mettete il riso, i calamari, i gamberetti, il peperone, il sedano e mescolate delicatamente.
In una scodella mescolate l’olio extravergine con sale e limone, condite il riso con gli altri ingredienti.
Per la maionese utilizzato il tuorlo dell’uovo a temperatura ambiente, aggiungete pian piano l’olio di oliva, mescolate facendo assorbire, prima di aggiungerne altro. Raggiunta la dovuta consistenza aggiungete il sale ed il limone. Schiacciate l’aglio recuperatene il succo e mescolatelo alla maionese.
Servire l’insalata accompagnata dalla maionese.
E come dice Magali “leccatevi i baffi!”

9 commenti:

acquaviva ha detto...

mammamia: che voglia di estate mi regala il vostro piatto! Grazie.

Alessandra Gennaro ha detto...

Amo la Camargue, per la sua natura, per la sua storiae anche per essere così dannatamente "diversa", dall'ordinatissima Provenza- che, invecchiando, trovo un po' leziosa, nella sua bellezza- e da tutto il resto che la circonda. Ha un che di "terra di mezzo", selvaggia, violenta, magica. E il riso rosso è il prodotto che meglio la rappresenta, così vivido nel colore, così intenso ed unico nel sapore. Per anni, è stato una costante della mia tavola: poi, ho smesso di frequentare abitualmente quei posti e.i conseguenza, anche di consumarlo con assiduità. E ora, mi viene una nostalgia incontenibile, ci credi?

veronica ha detto...

che bonta' fresco econ una gran voglia di vacanza.... che belle foto posto magnifico

TataNora Dellavedova ha detto...

Mi sa che questa insalata piacerebbe anche alla mia Ariel! Non è mai stata *ladra* ma ultimamente si permette piccoli furti mentre cucino e. l'ultimo, è stato con le teste dei gamberi che attendevano per un fumetto....
Bella la tua proposta. Pure io ho il riso rosso da utilizzare ma non ho ancora deciso come assemblarlo.
A presto e .... in bocca al lupo per la sfida!
Bacioni a te e un grattino a Magali.
Nora

flavia galasso ha detto...

Helga e Magali! che cos'è questa meraviglia??? ....mamma mia ragazze siete un portento!

Cristiana Beufalamode ha detto...

Troppi anni che non vengo da quelle parti e mi hai fatto venire una gran nostalgia!

Francy BurroeZucchero ha detto...

Sono stata in Camargue in vacanza tantissimi anni fa, quando ero adolescente, uno dei tanti viaggi con i miei genitori e i miei fratelli al seguito. Ricordo la natura e la prima cavalcata lungo la spiaggia.. che meraviglia! eravamo a Les Saintes Maries de la Mer e mi piacerebbe molto tornarci! questa insalata è veramente selvaggia, con il riso rosso veramente selvaggio e così particolare ! è stata contenta Magalì? son sicura di sì!! un bacione a tutte e due!

La Gaia Celiaca ha detto...

dicevo che mi è piaciuto tutto di questo post: in primis l'insalata, ma anche le foto della camargue della quale ho un ricordo vivido e intenso. bellissima!
ho pure letto la storia di magali, e mi ha colpito. è bello essere scelti, e la tua gatta ha davvero un che di magico!

cristi ha detto...

Quanto mi mancate!

Posta un commento

Dite la vostra!

ELENCO RICETTE

ELENCO RICETTE
clicca sul micio!

Cerca nel blog

Archivio blog

Ci siamo anche noi!

Tutti Uniti!

Tutti Uniti!

Siamo

Siamo