CONTATORE

Sommario

l'MTC

l'MTC
dal 10 al 25 del mese

The Recipe-tionist

The Recipe-tionist
Dal 15 al 31

I NOSTRI VIDEO ....

PER VEDERE I NOSTRI VIDEO (TROPPO DIVERTENTI!) ANDATE IN ALTO ALLA DESTRA DELLA SCRITTA HOME PAGE

Lettori fissi

Magali

Magali
sabato 16 dicembre 2017
Una vetrina natalizia "rubata" da un negozio parigino per bambini ... spesso sembra che noi grandi non abbiamo diritto al natale, perchè il bagaglio della nostra vita diventa pesante, cerchiamo insieme di vedere con il cuore tutto il bello che abbiamo nella nostra vita, chiudere gli occhi e vivere la magia unica che ci può donare questo periodo.
Dopo ben 55 giorni di assenza da Torino sono rientrata e, onestamente, mi sono sentita un'aliena rispetto all'atmosfera natalizia percepita in altri luoghi, qui trovo ci sia tanta tristezza ...
Scacciamola, mi sono ripromessa un calendario all'insegna del bello, del magico e così deve essere, sto montando due video che sono sicura saranno di vostro gradimento e, mi raccomando, non affaticatevi in questo fine settimana ante natale. Attendete, gente attendete!
venerdì 15 dicembre 2017
Questa foto non è perfetta, lo riconosco, ma questo colore a me piace tantissimo.
Quando ero piccola il Natale si identificava solo con il rosso, invece adesso non ci sono limiti alla fantasia e noi siamo sempre pronti a coglierla, perchè ci aiuta a vivere spensieratamente al di sopra di tutto!


giovedì 14 dicembre 2017
Ho voluto fare come Hitchcock e comparire anche io in questo calendario dell'avvento!
Qui ero a Berlino, città che consiglio a tutti di visitare, io ero prevenuta e la prima volta in cui sono andata mi ha piacevolmente impressionato, per la sua architettura, i musei, i suoi grandi spazi, la gentilezza del prossimo, i suoi ritmi umani, qui non sono tutti sempre super di corsa come a Parigi, e soprattutto la sua allegria. Nonostante il clima rigido le persone sono cordiali.
Credo fosse dovuto al colore dei capelli, mi scambiavano per una di loro e mi si rivolgevano in tedesco poi vedendo la mia faccia stralunata, optavano subito per l'inglese, che per fortuna tutti parlano!
Se pensate di visitarla, vi consiglio vivamente di farlo in questo periodo, perchè si respira un'atmosfera natalizia che non ha paragoni nè con Londra nè con Parigi, dovete solo considerare che le fermate della metropolitana sono molto distanti l'una dall'altra, quindi l'imperativo categorico è camminare!
mercoledì 13 dicembre 2017
Come vi avevo preannunciato che vi avrei nuovamente portato alle Galeries Lafayette (e ancora ci torneremo) e, oltre alle vetrine, è d'obbligo entrare ed andare a scoprire come sia stato addobbato l'albero gigante che ogni anno è protagonista, al centro, al di sotto della cupola delle Galeries.
Questa è una foto di qualche anno fa, ma non vi preoccupate ci sarà anche quello di quest'anno.
Mi fa piacere pubblicare i miei scatti, perchè voi che li guardate potete essere i miei occhi e, lo so, non è come vedere le cose dal vero, ma penso vi possa fare ugualmente piacere.

martedì 12 dicembre 2017
Dopo tanto, tantissimo tempo, presento una ricetta e lo faccio partecipando al contest di Flavia.
I motivi della mia assenza sono tantissimi e non voglio tediarvi, ve li spiegherò strada facendo, il perché partecipo a “The recipe-tionist” perché è una gara per condividere e non per competere e, come ben sapete, a noi piace esserci proprio mosse da questo spirito. Lo scopo del gioco è scegliere una ricetta della vincitrice e riproporla cambiando o escludendo un ingrediente.
Poi andiamo a casa di Elena, quindi che volere di più?
Essendo sole solette, ed essendo Helga, come ben sapete, vegetariana, tra le tante ricette proposte sul blog della vincitrice abbiamo scelto questa.
Se siamo ritornate ai fornelli, dopo tantissimo tempo, è proprio perchè siamo affezionate sia a Flavia che ad Elena.


Spaghetti di soia alle verdure
Ingredienti per 2 persone:
100 g di spaghetti di soia
150 g di cavolo verza
2 carote
2 cipollotti
1 zucchina
prezzemolo
sale
2 cucchiai di olio evo
2 cucchiai di salsa di soia

Preparazione:
preparare le verdure, lavarle, mondarle e tagliarle come segue, tenendole separate.
Affettare sottilmente il cavolo verza e i cipollotti. Mondare le carote e tagliarle con la grattugia a julienne. Tagliare la zucchina in modo da tenere solo la parte esterna con buccia e togliere la parte interna con i semi, anche in questo caso affettare sottilmente.
Mondate e tritate il prezzemolo.
In un wok o in una padella a fondo spesso, scaldare l'olio, unire i cipollotti e dopo qualche minuto verza e carote. Saltare velocemente tenendo la fiamma alta, dopo 4-5 minuti, unire le zucchine e bagnare con 50 ml di acqua. Aggiustare di sale e cuocere ancora 4-5 minuti. Aggiungete il prezzemolo tritato.
Nel frattempo far bollire acqua senza sale, cuocere gli spaghetti di soia per 4 minuti (o per il tempo indicato sulla confezione), spegnere il fuoco, scolare e inserire nel wok.
Sfumare con la salsa di soia, saltando pasta e verdure con il wok.
Servire subito.
E come dice Magali “leccatevi i baffi!”
La foto l'ho scattata a Londra l'anno scorso, ma mi trasmette magia ed in questo piccolo spazio fatato desidero raccontarvi ciò che mi è accaduto ieri. Avevo già notato in giro per il paese un pellegrino, sembrava veramente un personaggio, dall'aspetto dimesso,  uscito da un altra epoca. Vestiva un giaccone di lana tessuto con cappuccio, aveva lo zaino, penso viaggiasse in bicicletta, perchè aveva i pantaloni stretti da fascette, affinchè non si impigliassero nella catena. 
Ieri è stata una giornata grigia, di forte vento, pioggia e l'ho rincontrato al bar del paese e stava bevendo un caffè, io avevo appena comprato un sacchetto di mini croissant, mi sono alzata e gliene offerti due, lui ben contento mi ha detto:"Merci, je les aime bien!". Dopo poco si è alzato  è venuto al mio tavolo, porgendomi della cioccolata:"N'est pas tropo bon", quasi scusandosi, io l'ho ringraziato prendendone un dadino.
Il suo gesto mi ha commosso, la sua dignità, il suo desiderio di ricambiare con quel poco a sua disposizione.
Condivido questo frammento di vita, perchè una volta temevo l'approccio con gli sconosciuti, mi sentivo a disagio, temevo di offenderli, invece ultimamente lo faccio, mi rapporto a loro con il cuore aperto e fare anche solo un piccolo gesto di "bene" non può che portarne a riceverne altrettanto.
Quest'incontro mi ha riportato indietro al tempo in cui rapporti erano semplici, in cui si era veramente felici con poco ... un attimo incantato nella mia quotidianità, anche in questo luogo che, in questo periodo, vi assicuro sembra base artica zero!
lunedì 11 dicembre 2017

Io ho sempre sognato entrare da Tiffany, perchè come molti nel mio immaginario è legato al famoso film.
Gentili signori all'ingresso ti aprono la porta di questa "mitica" gioielleria e lì sei subito avvolto da un'atmosfera azzurro Tiffany, non importa se vai al reparto argento, oro o diamanti, se guardi soltanto o acquisti, tutti ti trattano con estrema gentilezza.
La caratteristica di questo luogo è farti sentire a tuo agio, ma soprattutto speciale.
domenica 10 dicembre 2017
Una vetrina natalizia delle Galeries Lafayette risalente a qualche anno fa. Mi aveva colpito ed emozionato allora e lo fa ancora oggi. Per questa ricorrenza questi grandi magazzini allestiscono vetrine che attraggono sia i turisti che i parigini, ma soprattutto i bambini che restano estasiati nell'ammirarle. Oltre alla loro bellezza, originalità e accuratezza nei particolari si unisce il fatto che siano animate, un vero spettacolo di movimento, luci, colorie e musica. Insomma se sei a Parigi non è Natale se non ti unisci al folto numero di spettatori e ti immergi in questa magica atmosfera. Prossimamente ci sarannao anche quelle di quest'anno!

sabato 9 dicembre 2017
Il mio blog è sempre stato in grado di regalarmi emozioni ed anche questa volta non mi ha deluso. Non potete immaginare, come anche solo pubblicare ogni giorno una foto, che per me ha un alone di magia, e lo scrivere questo breve commento, mi faccia entrare nello spirito del natale, sopito da tanti anni ... mi faccia sentire un bene palpabile che mi riempie il cuore di gioia.
venerdì 8 dicembre 2017

Queste sono "fresche, fresche" ... scattate questo natale. Per caso mi sono passata in questa strada, figuratevi che non camminavo qui dal 1981, dalla prima volta che vidi Parigi ... quanti anni sono passati, il mio amore non è si è mai finito, ne conosco ogni angolo, amo i suoi pregi e difetti, è la mia casa, l'amica a cui affido la mia anima, a cui apro il mio cuore.
Vi assicuro che questa vetrina "dal vivo" era veramente bellissima!
giovedì 7 dicembre 2017
Un artista di strada come non mi era mai capitato di vedere.
Mi piace scoprire l'espressione della creatività nelle metropoli, si incontrano persone dalle abilità più svariate, io amo definirli i "coraggiosi della fantasia".
Ieri riflettevo sull'iniziativa del mio "calendario" e vorrei che questo spazio fosse, per tutti noi, come una bolla di sapone iridiscente, in cui anche solo per un minuto tutti dimenticassimo i nostri affanni, il brutto che ci circonda, il male, il dolore, che sempre di più prendono il sopravvento ... 
Un istante di magia in cui essere circondati da affetto tangibile.
A domani ...

mercoledì 6 dicembre 2017
Anche un palazzo per uffici "sotto" le feste può apparire meno austero!
Per svariati motivi, da tempo, non sento più il Natale, non addobbo, non lo festeggio ... invece quest'anno, quest'attesa in vostra compagnia me lo fa pregustare ... quindi vi ringrazio per questa avventura e ...
a domani!

martedì 5 dicembre 2017
Una vetrina di un grande magazzino londinese non poteva che attirare la mia attenzione. Questo periodo dovrebbe portare con sè gioia, spensieratezza, serenità e mi auguro sia così per tutti voi. Se riflettiamo, per i piacevolli eventi della nostra vita è più bella l'attesa ... Dedico questo scatto a tutte le mie amiche amanti del cucinare!

lunedì 4 dicembre 2017

Eccoci al nostro consueto appuntamento! Un altro scatto, un albero natalizio particolare, colorato, floreale ... come vi dicevo i ricordi sono importanti, ma lo sono altrettanto i sogni e, forse, "crescendo" li accantoniamo, pensando siano superflui. Tendiamo ad accontentarci e, almeno a me capita così, a volte sognare mi sembra pretenzioso. Sono già fortunata ad esserci, ad alzarmi al mattino, a poter guardare il mondo che mi circonda cercando di carpire uno scorcio, un profumo che lo renda speciale, quindi "pretendere" di più sembra "troppo". I sogni, però, per me continuano ad essere linfa vitale e prossimamente vi annoierò su questo argomento.
domenica 3 dicembre 2017
Sempre periodo natalizio, of course, e questo due ragazze erano le promotrici dei cioccolatini Raffaello davanti Buckingham Palace.
Troppo simpatiche, troppo "in" con i loro rossi cappelli, mi hanno colpito per la loro spontaneità ed allegria.

sabato 2 dicembre 2017
La motivazione principale di questo calendario dell'Avvento è il ricordo. Invecchiando essi assumono una valenza sempre maggiore nella mia vita, mi tengono compagnia come dei cari amici. Ricercare le foto, metterle a posto (non potete immaginare quanto sia disordinata in questo!), mi fa tornare alla mente bellissime situazioni, immagini. Questa ad esempio l'ho scattata a Berlino l'anno scorso a metà dicembre. Ho pensato che ho così tanti scatti che era un peccato non condividerli con voi!

venerdì 1 dicembre 2017
Non sento molto il Natale, ma quest'anno ho desiderio di un calendario dell'Avvento, ne ho visti tanti in giro, ma siccome siamo in continuo movimento, sarebbe un'altra cosa in più da portarsi appresso!
Quindi abbiamo optato per uno virtuale, con o senza commento, chissà "A sviluppo!", ogni giorno una fotografia natalizia o meno, chissà "A sviluppo" ... comunque un'immagine magica.

lunedì 27 novembre 2017
Caro Michael,
compito arduo oggi: scrivere ad una persona che non si è mai conosciuto e, soprattutto, che non c’è più, ma pur essendo “partita”, è qui sempre al nostro fianco; il nostro legame è rappresentato dall’appartenenza al gruppo dell’MTC. Citare questo gruppo in un’occasione triste è sconvolgente e difficile, ma ancora una volta testimonianza “dell’esserci insieme”.
Siamo uniti per salutarti, per cucinare, “bere” pensando a te. Oltre al tuo encomiabile percorso professionale, sei stato in grado capace di essere il nostro riferimento con le tue “chicche” sull’alimentazione, il tuo umorismo, il tuo buttarti nella mischia al fianco di Eleonora … tu hai saputo fare la differenza, entrando nel cuore di tutti noi con cultura, sensibilità, intelligenza e, come aggiunge Magali, savoir-faire.
Noi siamo semplicemente un’umana stramba e una gatta, sicuramente, più “quadrata”, non sappiamo utilizzare le parole nei momenti tristi, non siamo brave a consolare, ma siamo consapevoli che l’essere qui oggi, dopo assenza ormai prolungata dall’etere, è significativo. Siamo qui per abbracciare Eleonora e Micol, per dir loro che tutto l’affetto lasciato da Michael è tangibile, che i suoi ricordi sono un bene prezioso, compagni fondamentali del quotidiano, ma voi, di tutto questo, carissime Ele e Micol, ne siete consapevoli e noi siamo solo una strana coppia che cerca di esternare il proprio dispiacere, il proprio affetto mettendo insieme parole che non sembrino tanto sconclusionate.
Il nostro silenzioso pensiero, spesso è a loro rivolto e ti promettiamo che sarà così, perché siamo convinte che il sapere che qualcuno anche se, in modo riservato, stando nell’ombra, ci pensa, rende il fardello meno pesante.
Non possiamo che concludere dicendo: “Ciao Michael, grazie per essere passato nella nostra vita, per averci insegnato tanto e, come vedi, riesci a tirare i fili anche da lassù unendoci nel pensare a te!
All’unisono tutti ti salutiamo e ti offriamo con il cuore il pane dolce del sabato e ti aspettiamo alla prossima sfida dell’MTC, mi raccomando Doc non mancare!”
                                                   Con tutto il nostro affetto
                                                            Helga e Magali

sabato 10 giugno 2017
Forse qualcuno si sarà accorto della nostra assenza, è veramente il caso di dirlo non sappiamo più se siamo dentro, se siamo fuori ...
Comunque oggi non potevamo mancare per il lancio del sesto libro dell'MTC. 
E' veramente bellissimo, geniale e le foto che seguiranno non potranno che darvi conferma.  
Crepe is the new black edito da Feltrinelli e scritto dalla mitica Alessandra Gennaro, quindi come d'abitudine non ci resta che dirvi "Accattatevillo", perchè questo è New!!!



domenica 8 gennaio 2017
Prima di tutto spero che tutti voi abbiate trascorso un periodo di festa sereno, perchè ritengo questo sia un'ottima partenza d'inizio anno!
Dopo le vacanze estive ho deciso di cambiare atteggiamento, di metter veramente in pratica il fatto di non lamentarmi, modificare quello che mi dà fastidio e che è nelle mie possibilità mutare, vincere le mie paure, tutto questo ha comportato delle ansie, dei sacrifici, ma indubbiamente anche tante emozioni e soddisfazioni.
L’anno nuovo, quindi, per me continua su questa lunghezza d’onda, perché sono convinta che il tempo di cui disponiamo su uno dei beni più preziosi, oltre la salute ovviamente, e quindi vivere pienamente è un regalo che desidero farmi per il 2017.
Ad inizio anno mi sento sempre un po’ scombussolata, con tante idee in testa che stentano, però, a prendere forma, mi riferisco anche al blog che entra nel suo ottavo anno di vita ed avrebbe bisogno di rinnovarsi. Voi che ne pensate? Si accettano idee e consigli.
Io ho un carattere particolare, mi entusiasmo molto inizialmente, proseguo e poi mi stufo, blog e piscina sono due eccezioni che fatico ancora da comprendere!
Quasi tutti abbiamo avanzato dalle recenti feste una busta di salmone affumicato o marinato, vi presentiamo, quindi una ricetta, per un utilizzo ottimo e diverso da quello abituale, abbiamo utilizzato del pain Poilâne che è un pane particolare, la mollica non è bianca, ma ricorda il colore del nostro pane integrale, ma non ha lo stesso gusto (ho fatto proprio ieri la prova), il pain Poilâne è molto meno molliccio del nostro, quindi vi consiglio in alternativa un ottimo pane casereccio. La ricetta è di Donna Hay da cui abbiamo escluso l'aglio.
Allora se avete qualche idea, qualcosa che vi piacerebbe che approfondissimo o affrontassimo nel blog fatecelo sapere, attendiamo con gioia i vostri consigli!
Il recupero del salmone
Ingredienti per 4 persone:
4 uova
8 fette di salmone affumicato
4 fette di pane Poilâne o casereccio
2 cucchiaini di senape
Sale
Pepe
Olio extra vergine di oliva
50 g di insalata valeriana
Sale
Pepe
Olio extra vergine di oliva

2 cipollotti o una cipolla bianca
3 cucchiai di aceto balsamico
½ cucchiaino di zucchero

Preparazione:
in una scodella mettete l’aceto balsamico, lo zucchero, un pizzico di sale, mescolate bene e aggiungete la cipolla affettata sottilmente.
Fate cuocere le uova contando dal bollore 6 minuti, in modo che il rosso non sia sodo. Scolate e privatele del guscio.
Fate tostare il pane, spalmatevi un sottile strato di senape, adagiatevi sopra l’uovo aperto, cospargete con la cipolla e la valeriana affettata.
Adagiatevi a fianco il salmone.
Irrorate con olio, sale e pepe preventivamente mescolati.
E come dice Magali “leccatevi i baffi!”

ELENCO RICETTE

ELENCO RICETTE
clicca sul micio!

Cerca nel blog

Archivio blog

Ci siamo anche noi!

Tutti Uniti!

Tutti Uniti!

Siamo

Siamo